dolcepiemonte

dolcepiemonte
prodotti tipici piemontesi.

mercoledì 22 ottobre 2014

NUOVO MODELLO CONSTELLATION PER VERTU

Vertu è il marchio premium lanciato da Nokia nel 1998 .
 Da allora , Nokia non è più la stessa e Vertu ha raggiunto l'eccellenza nell'offerta di smartphone di lusso, combinando materiali nobili , pietre preziose, assemblaggio a mano , una nuova tecnologia .



I felici proprietari degli smartphone Vertu hanno anche un servizio clienti continuamente disponibile per soddisfare i loro desideri .

Di conseguenza , ci stiamo avvicinando alla cifra di  320.000 smartphone Vertu attivi nel mondo . Può sembrare incredibile sepensiamo che a inizio anno , il modello IT Vertu è stato venduto ad una cifra di circa 7.900 € .



Questa volta , il marchio offre il modello costellazione con un telaio in titanio e un astuccio in vera pelle. La sontuosa pelle di vitello che completa Constellation è accuratamente selezionata in base alla sua qualità superiore, alla grana e alla consistenza. Proviene da una delle realtà artigianali più antiche d'Europa.
Con una resistenza pari a due volte quella dell'acciaio, seppur con la metà del peso,grazie alla scocca in titanio.
Lo schermo a cristalli di zaffiro ha un alto grado di resistenza ai graffi.
 Il Vertu constellation può essere vostro per la modica cifra di 4.900 euro. Disponibile in 4 colori , questo modello dovrebbe consentire di avere un dispositivo  unico , e non inavvertitamente condividere con il vostro iphone vicino di casa di prendere il treno .
A meno che , come la maggior parte dei possessori di smartphone Vertu non prendiate i mezzi pubblici .

Lusso e gusto è il blog che ti tiene aggiornato sulle migliori realizzazioni mondiali del lusso, prodotti esclusivi e cibi di altissima qualità. Segui spesso il blog http://lussoegusto.blogspot.it

giovedì 22 maggio 2014

CIBI DI LUSSO

Riportiamo qui un articolo del sito di Rainews24 che spiega quali sono i veri cibi di lusso. Prodotti di lusso e gusto sicuramente e l'Italia è in testa a questa speciale classifica con tartufi piemontesi di Alba (CN). Un bel risultato per i prodotti nostrani che anche nel gusto come nella moda non hanno niente da invidiare al resto del mondo:

Avete mai pensato di pagare 23.000 dollari (circa 16.800 euro) per un melone? Se si tratta del rarissimo melone giapponese di Yubari c’è chi dice che il prezzo sia giustificato. Ogni anno ne vengono prodotti non più di 100 esemplari e, chi l’ha provato, assicura che la sua dolcezza non ha eguali. Cibi insospettabili dai prezzi astronomici, come il melone di Yubari, sono i protagonisti della classifica stilata dal sito QuiFinanza dal titolo "I dieci piatti più costosi del mondo".

Al primo posto c’è una specialità nostrana: il tartufo bianco di Alba (Piemonte). Che questo tubero sia caro non è una novità ma questo supera ogni previsione: 160.000 dollari (117.000 euro) è la cifra che un investitore di Hong Kong ha sborsato per un tartufo da 1,5 chilogrammi. 

Si aggiudica il secondo posto una rarissima qualità di caviale proveniente dall'Iran. Ad alzarne il prezzo è la ‘confezione’: viene venduto in una scatola d'oro a 24 carati per la modica cifra di 25.000 dollari (circa 18.000 euro). In Europa l'unico rivenditore "The Caviar House & Prunier" è a Piccadilly Circus, Londra.

 Il terzo posto è occupato dal melone di Yubari mentre al quarto si piazza un’altra specialità giapponese: le rarissime angurie nere dell’Hokkaido (una regione del nord del Paese). Ogni anno ne vengono prodotte solo poche dozzine di esemplari che vengono poi venduti per 6.100 dollari (4.450 euro) l’uno (per un peso di circa mezzo chilo). Quinto classificato un prodotto ‘made in Italy’ ma venduto in Scozia dallo chef Crolla. Specializzato nella pizze 'personalizzazione', Crolla ha, di recente, inventato ‘la pizza 007’. La base è quella di una pizza normale ma la farcitura prevede: aragosta marinata nel cognac, caviale, champagne, pesce assortito, salmone affumicato scozzese, prosciutto di Parma, aceto balsamico e, per finire, foglie d'oro a 24 carati. In Scozia la pagano anche 3.800 euro. Un piatto che celebra il film indiano ‘The Millionaire’ ottiene la sesta posizione. Crostacei di Davan, tartufo bianco, caviale Beluga, aragosta scozzese, uova di quaglia al caviale e curry, sono gli ingredienti di questo piatto che viene servito alla Brasserie di Bombay al prezzo di 3.200 dollari (2.400 euro). Più rinomata della carne argentina, la bistecca 'ribeye' del manzo di Kobe (in Giappone) si aggiudica il settimo posto. Si tratta di una carne morbidissima, molto saporita e soprattutto ricchissima di omega-3 e omega-6. A farne lievitare il prezzo è soprattutto il ‘trattamento’ speciale riservato alle mucche: sembra che gli animali vengano massaggiati ogni giorno (proprio per ottenere una carne morbida) e che all’acqua dei loro abbeveratoi venga unita anche un po’ di birra. Per chi vuole assaggiarla: il piatto è servito da Craftsteak, a New York a 2.800 dollari (circa 2.050 euro). 

Se siete andati fino a Ney York per assaggiare la bistecca di Kobe, non potete perdervi nemmeno l’ottavo classificato: la frittatina servita al Norma’s. Perché mai una frittata di 6 uova dovrebbe costare 1.000 dollari (732 euro)? Perché oltre a panna e erba cipollina, questa delizia contiene anche quasi 300 grammi di caviale Sevruga e un’aragosta intera. A pari merito con la frittata c’è il bagel newyorchese servito dal ristorante Westin. Farcito con crema di tartufo bianco, bacche di goji e uva riesling, fu creato per raccogliere fondi da destinare alle borse di studio per gli studenti che frequentano la scuola d'arte culinaria Les Amis d’Escoffier. Chiudono la classifica i funghi più costosi del mondo: 1000 dollari al chilogrammo (732 euro). I funghi Mattake sono della stessa famiglia del porcino ma si trovano solo in alcune zone di Giappone, Cina, Corea, Stati Uniti, Canada, Finlandia and Svezia. -

 See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/i-10-cibi-piu-costosi-del-mondo-3efd0cf7-6e24-4eae-849f-4ce660fe8143.html#sthash.xI3zGpSE.dpuf

lunedì 3 febbraio 2014

GRATTACELO ARMANI NELLE FILIPPINE

Questa volta il grande marchio italiano del lusso, Giorgio Armani non è legato ad una sfilata o all'ultimo profumo.



Cosa c'è di meglio infatti che costruire un grattacielo di lusso nelle Filippine, nel cuore di Manila?

Century Spire è l’ultima torre residenziale a Century City, uno dei più grandi quartieri di lusso delle Filippine.



Century Spire, proporrà unità residenziali di lusso con un panorama sullo skyline di Makati, uno dei principali centri economici dell’Asia.

L'architetto Daniel Libeskind, già noto per il World Trade Center di New York e il Museo Ebraico di Berlino sarà incaricato della progettazione.

Riguardo al progetto Armani ha detto: “Se il compito dell’architetto è quello di creare spazi di grande effetto, il mio è quello di dar loro vita attraverso la mia sensibilità estetica applicata all’interior design. Sono molto felice di questa collaborazione di Armani/Casa con Century Properties, e credo che l’unione della mia visione con quella di Daniel Libeskind porterà alla definizione di luoghi speciali caratterizzati da eleganza e fascino unici”
E noi non abbiamo dubbi riguardo al gusto dello stilista italiano.

Armani Casa è responsabile per la sua decorazione e per gli interni. Una bella collaborazione per un progetto ambizioso, che dovrebbe vedere la luce nel 2018.

Nel frattempo, la linea Armani Casa avrà già fatto parlare di lei attraverso le residenze di lusso di Macka, Istanbul, o il World Tower a Mumbai.

http://lussoegusto.blogspot.it/

venerdì 17 gennaio 2014

LA FOTOCAMERA PIU' CARA AL MONDO

Quando il lusso incontra la beneficenza.

Jony Ive & Marc Newson hanno progettato quella che sarà la fotocamera Leica più costosa al mondo: 1,8 milioni di dollari.



In passato la Leica ha costruito molte fotocamere che sono state vendute alle aste a prezzi che vanno oltre il milione di dollari.
La Leica M Tipo 240 progettata da Jony Ive di Apple e il designer Marc Newson è stata messa all'asta il 23 novembre 2013 da Sotheby per  $ 1,8 milioni.
La Leica M Tipo 240 progettata da Jony Ive e  Marc Newson è l’ultima versione della sola fotocamera digitale a telemetro per la messa a fuoco della prestigiosa azienda tedesca ( invece della classica accoppiata specchio-pentaprisma delle reflex.

Il denaro raccolto presso l'asta organizzata da Bono Vox è andato a un fondo di beneficenza.



Il corpo principale della fotocamera è costituito da magnesio pressofuso.
 Il guscio esterno della macchina è realizzato in alluminio che è stato perfettamente fresato e anodizzato. È dotato di un obiettivo con una lunghezza focale fissa.

Le modalità del programma includono la modalità priorità apertura e modalità di impostazione manuale. La fotocamera raro è diventato il secondo più grossolano superiore all'asta tenutasi a beneficio del progetto RED. Un pianoforte a coda unico Steinway & Sons  bianco e rosso è diventato l'elemento più costoso in asta in quanto prese una somma leggermente superiore di $ 1,9 milioni.
Il totale raccolto dalla vendita all'asta andrà direttamente al Fondo Globale per combattere l'AIDS, la tubercolosi e la malaria.
Jony Ive ha affermato: «Leica rappresenta la summa tra ingegneria di precisione, tecnologia ottica all’avanguardia nel mondo e principi di design che elevano tanto la funzione quanto la forma. Disegnare una fotocamera così speciale per l’asta (RED) è stato un privilegio per me e per Marc e la sua vendita il 23 di novembre procurerà fondi importanti per combattere e sconfiggere l’AIDS».


Leica detiene il record di più la fotocamera più costosa mai venduta.

La M Ive / Newson progettato 240 è la prima fotocamera digitale di lusso ad essere venduta all'asta per un prezzo così alto. Leica detiene anche il record per la macchina fotografica più costosa mai venduta. E 'stato un modello 0-prima serie dal 1923, venduto per US $ 2.77 milioni di dollari. E 'andato sotto il martello l'anno scorso durante la 21 ° asta Westlicht.

Leica ha rivoluzionato il modo in cui le macchine fotografiche sono state progettate e realizzate nella prima parte del ventesimo secolo. Le hanno rese compatte e portatili il che ne ha fatto le protagoniste della rivoluzione del  foto-giornalismo.

Ci sono molte altre fotocamere Leica rare esistenti e continuano a venire a varie aste per creare nuovi record.

Lusso e gusto è il blog che ti tiene aggiornato sulle migliori realizzazioni mondiali del lusso, prodotti esclusivi e cibi di altissima qualità. Segui spesso il blog http://lussoegusto.blogspot.it

sabato 4 gennaio 2014

I MIGLIORI RISTORANTI DEL MONDO 2013

Ogni anno la rivista "Restaurant" scatta una fotografia dei migliori 50 ristoranti del mondo in un'istantanea che rappresenta il meglio del lusso e del gusto mondiale.

La rivista raccoglie i pareri di 900 esperti internazionali nel settore della ristorazione di qualità che fanno parte della famosissima Diners Club® World’s 50 Best Restaurants Academy.

Al primo posto nel 2013 si è classificato il ristorante spagnolo "El Celler de Can Roca" di Girona:
Il ristorante spagnolo è entrato nei 50 migliori al mondo otto anni fa ed ha un po ' furtivamente scalato le classifiche da allora.



La sua ascesa riflette l'approccio evolutivo del Rocas '. Il Rocas è cresciuto grazie allo spirito della madre esponente della classe operaia del sobborgo di Girona, Taiala . Nel 1986 ,  i fratelli maggiori e Joan Josep hanno aperto El Celler de Can Roca a fianco dell'originale . Nel 2007 - con il più giovane fratello Jordi a bordo - hanno spostato solo la strada allo spazio appositamente costruito sorprendente che rimane la loro casa .



Lo chef Joan è solo un cuoco di altissimo ordine : ha aiutato pioniere l'uso diffuso di cottura sous -vide negli anni '90 con la sua macchina Roner , ed è un maestro tecnico . Josep è il sommelier capo che gestisce il front- of-house funzionamento estremamente regolare : sobrio ma appassionato . Jordi è il pasticcere trasgressiva cui creazioni soffiare l'immaginazione.

Questo triumvirato di famiglia e le loro squadre creano la magia senza teatralità indebite . Mangiare al El Celler è veramente edificante , con il calore della famiglia dinamica onnipresente .



Secondo posto per il danese "Noma" di COPENHAGEN:
Tre volte al numero uno, il Noma continua ad adottare un approccio innovativo e creativo sia per la sua cucina e la sua provenienza rigorosamente locale per l'approvvigionamento di materie prime.



 Il Cibo dello Chef-patron René Redzepi a volte può essere scioccante - viscerale, anche - ma si sforza di riflettere il paesaggio e la cultura danese. 



Attraverso il suo menù di numerosi piccoli antipasti e portate per la sua stupefacente varietà di «elaborazioni» che completano il pasto, c'è sempre almeno un piatto che ti fa sentire felice di essere vivo.


Bisogna arrivare al terzo posto della classifica di questi ristoranti di lusso per trovare il primo degli italiani l'"Osteria Francescana" di MODENA:
Tradizione e modernità si scontrano in modo spettacolare all'Osteria Francescana con un senso di divertimento guida le preparazioni e le cotture afferrando chef-patron Massimo Bottura.



Un nuovo piatto per quest'anno è 'camouflage' - un sottile strato di foie gras decorata con polveri (sangue lepre, castagno, varie erbe). Brillante ed eccentrico, artistico,loshow del cibo di Bottura gli ha assicurato un seguito fervente.



Per maggiori informazioni www.osteriafrancescana.it.

La lista prosegue con altri grandissimi ristoranti ma i primi 3 sono dei simboli del gusto e del lusso per chi anche a tavola vuole scoprire sensazioni esclusive, per conoscere anche gli altri potete visitare il sito http://www.theworlds50best.com.